Reviews » Yesterday

Realtà africane

by Viviana Dinelli

Paesaggio africano, assolato e impenetrabile: due esili figure camminano lungo una strada silenziosa, mano nella mano. La madre, Yesterday, percorre assieme alla sua bambina molti kilometri per raggiungere l'unica stazione sanitaria più vicina nel territorio di lingua zulu sud-africano.


Yesterday - Realtà africane - La macchina da presa insiste sul camminare lento delle due giovani donne, che non sembrano scoraggiarsi neanche quando vengono respinte dal laboratorio medico troppo affollato di visite. In concorso al Festival cinematografico di Venezia 2004 (Sezione Orizzonti), Il film Yesterday, che ha ricevuto il premio Eiuc (Centro Inter-Universitario Europeo), ci introduce alla realtà dei villaggi sud-africani, isolati dal resto delle grandi metropoli, dove le donne crescono i figli, lavorano la terra, portano avanti l’intera comunità, poiché gli uomini spesso vengono richiesti o si trasferiscono volontariamente nelle miniere cittadine.

L’attrice africana Leleti Khumalo interpreta la figura di Yesterday in modo semplice e solare: lo spettatore si ricorda di lei come una donna in continuo movimento, insieme alla semplicità dei suoi gesti e il sorriso rassicurante. È interessante ascoltare i pettegolezzi e i racconti che le donne del villaggio si scambiano tra loro nei pochi momenti di socialità che riescono a concedersi, mentre riempiono vecchie cisterne d’acqua: risaltano agli occhi dello spettatore i colori brillanti degli ampi vestiti e le stoffe colorate accuratamente legate dietro la testa.

Riusciamo inoltre a vivere insieme ai gesti delle donne africane i vari momenti della vita del villaggio: improvvisamente però, il dramma dell’Aids irrompe nella quotidianità di Yesterday e nella piccola comunità africana. Le capacità eccezionali della donna riescono a rallentare le sofferenze portate dalla malattia a tutta la sua famiglia e ad allontanare con forza strani riti magici che le altre donne del villaggio compiono intorno alla capanna della famiglia di Yesterday. Il dramma della malattia vissuto in un villaggio sud-africano sottolinea la realtà tragica in cui molte sacche di popolazioni più emarginate (e non solo) sono costrette a subire per mancanza di adeguati strumenti informativi, comportamenti sessuali sbagliati e assistenza sanitaria precaria o inesistente.

Com’è possibile che nell’epoca della globalizzazione si vedano ancora queste manifestazioni di profonda emarginazione e ignoranza? Spesso, scrivendo articoli su questo argomento, sembra di dibattere sulle solite questioni retoriche, per esempio su quanto le donne siano in prima persona più esposte alla malattia o sul perché, ancora oggi, non si immettano sul mercato adeguati strumenti per curarla o perché non siano finanziati programmi di cooperazione internazionale.
Questo film sud-africano ci indica ancora una volta una drammatica e oscena realtà, vissuta sulla pelle, sui sorrisi delle donne: non dimentichiamo inoltre tutto il turismo sessuale su giovanissime generazioni in estremo Oriente, America Centrale e in Romania, purtroppo ancora oggi troppo poco combattuto, legalmente e socialmente, dai governi mondiali.

 

Film
Yesterday -Roodt

Yesterday, Darrell Roodt, 2004

IMDb »

Related articles

[it] Realtà africane

Tags

» Gender - Genere
» Migrations - Migrazioni